LO STATUTO

associazione logo piccolo

 

Articolo 1
E’ costituita una Associazione avente la denominazione “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” o in forma abbreviata “ANEU”

Articolo 2
La Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” è una associazione autonoma aderente alla Società Italiana di Neurologia (SIN).

Articolo 3
La Società Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” fissa attualmente la sua sede legale in Pavia, presso la Fondazione “Istituto Neurologico C. Mondino”, in via Mondino, 2. Eventuali variazioni della sede legale devono essere deliberate dall’assemblea dei soci.

Articolo 4
L’Associazione si propone isolatamente o in concerto con Associazioni e gruppi di studio afferenti alla Società Italiana di Neurologia o anche con altre Società scientifiche, con cui esistono affinità negli obiettivi e nelle finalità, che dimostrino motivato interesse, di promuovere e sviluppare attività di ricerca ed educazionali nell’ambito delle urgenze ed emergenze neurologiche. L’Associazione intende realizzare i propri fini mediante:
– L’elaborazione e validazione di modelli di intervento neurologico in emergenza-urgenza
– L’esecuzione di ricerche finalizzate alla caratterizzazione clinica ed epidemiologica delle patologie neurologiche che presentano aspetti di emergenza-urgenza
– La promozione del confronto multidisciplinare con esperti di aree e società neurologiche e non neurologiche che hanno interessi comuni nell’ambito delle urgenze-neurologiche
– L’integrazione della Neurologia dell’Emergenza-Urgenza con la Neurologia di Elezione, di Alta Specialità e del Territorio
– Lo sviluppo di modelli formativi specifici per la diagnosi ed il trattamento della patologia neurologica dell’emergenza-urgenza
– La promozione e organizzazione di Corsi, Congressi e attività pratiche e di eventuali al-tre iniziative volte a perseguire gli scopi statutari
L’Associazione non ha scopi di lucro, non intende interferire né essere influenzata da aspetti politici o religiosi e opera nel pieno rispetto delle leggi che tutelano l’esercizio dell’attività professionale.

Patrimonio ed esercizi sociali

Articolo 5
Il patrimonio è costituito:
a) da beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’”Associazione Italiana di Neuro-logia dell’Emergenza-Urgenza”
b) da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio, da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti.
Le entrate dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” sono costituite:
a) dalle quote sociali;
b) dall’eventuale utile derivante da manifestazioni culturali e scientifiche o partecipazioni ad es-se;
c) da ogni altra entrata che concorrerà ad incrementare l’attivo sociale.
L’esercizio finanziario si chiude il 31 dicembre di ogni anno.
Entro 30 (trenta) giorni dalla fine di ogni esercizio verranno predisposti dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio.

Soci

Articolo 6
Potranno essere membri dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza”, tutti coloro che, presentati da almeno due soci, abbiano dimostrato il proprio interesse scientifico coerente con gli scopi dell’Associazione.
La domanda di adesione dovrà essere controfirmata dal socio o dai soci proponenti ed indirizzata al Presidente dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza”. Ad essa dovrà essere allegato un curriculum.
L’ammissione è deliberata dal Consiglio Direttivo. Gli ammessi sono tenuti a versare la quota annuale nella misura stabilita per ciascun anno dall’Assemblea dei soci.

Articolo 7
La qualità di socio si perde per decesso, per dimissioni, per indegnità, oppure per morosità nel pagamento delle quote associative per tre anni consecutivi, su proposta del Consiglio Direttivo e con delibera ratificata dall’Assemblea dei Soci.

Articolo 8
L’Assemblea dei Soci deve essere convocata dal Presidente in via ordinaria almeno una volta l’anno, quando possibile in concomitanza con le sessioni scientifiche ed amministrative programmate. Essa elegge al sua interno il Presidente, il Vice-Presidente, il Segretario, il Tesoriere, gli altri membri del Consiglio Direttivo, e il Revisore dei conti. Essa elabora e fissa, in confronto concreto con la realtà scientifica, didattica ed assistenziale, le linee programmatiche generali dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza”
Stabilisce inoltre l’ammontare della quota associativa e le modalità di riscossione, approva il bilancio e l’attività svolta.
Tutte le deliberazioni dell’Assemblea dei soci entreranno in vigore all’atto dell’approvazione.

Articolo 9
La convocazione dell’Assemblea, sia ordinaria sia straordinaria, deve essere fatta per iscritto mediante lettera, fax, o posta elettronica, contenente il relativo ordine del giorno e spedita presso il domicilio dichiarato del socio almeno quindici giorni prima della data fissata. L’Assemblea è valida se è presente in prima convocazione almeno la metà dei soci, oppure in seconda convoca-zione – che può avvenire anche nella medesima giornata – qualunque sia il numero dei soci. Le deliberazioni sono adottate a maggioranza semplice. L’Assemblea è l’unico organo competente a modificare lo statuto dell’”Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” o a de-liberarne lo scioglimento, con deliberazione a maggioranza dei soci aventi diritto di voto.

Consiglio Direttivo

Articolo 10
Il Consiglio Direttivo è composto, per il primo biennio, dal Presidente dell’Associazione, dal Vi-ce Presidente, dal Segretario, dal Tesoriere, dal Revisore, dal Presidente della SIN (o da persona da lui delegata) e dai Soci Fondatori. Dopo un biennio esso sarà costituito da Presidente, Vice-Presidente, Segretario, Revisore e Tesoriere (membri dell’Ufficio di Direzione) e da altri quattro consiglieri eletti a scrutinio segreto ogni due anni. Questi ultimi potranno essere aumentati fino ad un massimo di sette, in rapporto ad un accresciuto numero di soci e su deliberazione dell’Assemblea a maggioranza qualificata. In caso di vacanza, le cariche verranno ricoperte seguendo l’ordine dei voti riportati dai non eletti.
I membri del Consiglio Direttivo rimangono in carica per un biennio e possono essere rieletti consecutivamente una sola volta nella stessa carica. I membri del Consiglio Direttivo (tranne il Presidente della SIN) devono essere soci dell’”Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza”

Articolo 11
Il Consiglio Direttivo collabora con il Presidente per la completa realizzazione dei fini istituzionali dell’”Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” sulla base di programmi approvati dell’Assemblea, coordinando la realizzazione delle iniziative scientifiche e culturali concordate.
Al Consiglio Direttivo spettano tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’Associazione, ad eccezione dell’approvazione del bilancio.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente per sua iniziativa, o su richiesta di tre dei suoi membri, o di un quinto dei soci. Le sedute sono valide qualora sia presente la metà più uno del totale dei membri.
Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza semplice dei presenti. In caso di parità dei voti prevale la proposta a cui abbia dato voto favorevole il Presidente.
II Consiglio Direttivo può costituire particolari commissioni per specifici compiti.

Presidente

Articolo 12
Il Presidente rappresenta l’Associazione di fronte ai terzi e in giudizio, convoca e presiede le Assemblee dei soci (sia ordinaria che straordinaria), e riunisce il Consiglio Direttivo. E’ eletto dall’Assemblea scegliendolo tra i soci che siano anche iscritti alla SIN, rimane in carica due an-ni ed è rieleggibile consecutivamente una volta sola. Egli cura l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo e delle decisioni prese dall’Assemblea. Il Presidente dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” fa parte del Consiglio Direttivo della SIN.

Vicepresidente

Articolo 13
II Vicepresidente è eletto dall’Assemblea, rimane in carica due anni ed è rieleggibile consecutivamente una volta sola. Il Vicepresidente dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza” fa parte del Comitato di Partecipazione e Coordinamento previsto nello statuto della SIN allo scopo di coordinare i rapporti tra la SIN e le associazioni autonome aderenti ad essa,. Fa le veci del Presidente in caso di assenza od impedimento dello stesso.

Segretario

Articolo 14
Il Segretario, oltre che curare lo svolgimento delle assemblee e delle sedute del Consiglio Direttivo delle quali redige i relativi verbali, si occupa dello schedario generale dei soci e coordina tutte le iniziative idonee alla realizzazione degli scopi statutari dell’ “Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza”.

Tesoriere

Articolo 15
Il Tesoriere controlla il pagamento delle quote associative ed amministra i beni dell’Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza. Egli si adegua alle direttive impartite dal Consiglio Direttivo e dispone, con potere di firma, per le normali attività gestionali, comprese le operazioni bancarie. E’ eletto dall’Assemblea, rimane in carica due anni ed è rieleggibile consecutivamente una sola volta.

Revisore dei conti

Articolo 14
Il Revisore dei conti è eletto dall’Assemblea nella stessa seduta in cui viene eletto il Consiglio Direttivo. Esso dura in carica due anni ed è rieleggibile consecutivamente una sola volta.

Controversie

Articolo 15
Tutte le eventuali controversie sociali tra i soci e tra questi e l’Associazione Italiana di Neurologia dell’Emergenza-Urgenza o i suoi organi saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre probiviri che saranno nominati dall’Assemblea; essi giudicheranno secondo diritto senza formalità di procedura, salvo contraddittorio.
Il loro lodo sarà inappellabile.

Disposizioni Generali

Articolo 16
Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme di legge vigenti in materia.