VERBALE CD 25/02/2015

Verbale Comitato Direttivo ANEU 25/2/2016 (presso sede Stroke 2016, Firenze)

Presenti: Micieli, Consoli, Agostoni, Toni, Serrati, Ricci, Sterzi, Cavallini

La riunione ha inizio alle 7 e 20

Micieli

riassume quanto fatto finora, e chiede proposte. La ANEU è nata nel nel novembre 2016, e si sta strutturando; è stata presentata alla SIN, che l’ ha accettata come aderente, e quindi possiamo utilizzare la Conventur come segreteria. Non abbiamo finanziamenti sostanziali al momento, e le iscrizioni sono per ora molto limitate. Le proposte per il congresso a Genova (prossimo settembre) sono state inviate a tutti i membri del Direttivo; viene ricordato il gruppo intersocietario SIN SNO che si riunì a Castiglioncello per discutere i problemi delle urgenze neurologiche; occorre rilanciare l’ attenzione al problema delle urgenze neurologiche, a questo deve sostanzialmente servire ANEU. Il CD della SIN ha stabilito di dedicare la settimana del cervello all’ urgenza neurologica, e nei corsi di aggiornamento SIN vi sarà specifico spazio per le urgenze. Infine, la Sindem, interessata per l’ aspetto del delirio, ha invitato ANEU (nella persona del presidente) ad intervenire al proprio convegno.

Sterzi

Chiede di coinvolgere anche Accademia Limpe

Micieli

Parla del convegno di Genova, e lo indica come fondativoi, richiamando la giornata di Castiglioncello; la discussione può essere iniziata con strumenti informatici (blog) prima del convegno. Alla stesso si aggancerà il terzo ANC, con valenza prevalentemente urgentistica. Infine, a novembre 2016 il convegno Hipponion di Vibo sarà dedicato alle patologie in urgenza, con l’ obiettivo di rivisitare le linee guida relative alle patologie più importanti relativamente alle urgenze neurologiche, con dibattiti a 2 (un relatore espone le LG, l’ altro chiede e motiva eventuali modifiche).

Consoli

Precisa che questo dibattito dovrà poi produrre un documento di posizione.

Sterzi

Richiama la legge sulla responsabilità medica, e la necessità che le LG siano accreditate presso ISS. Si chiede se ANEU possa essere direttamente accreditata in quella sede.

Toni

Precisa che, al di là di inevitabili cooptazioni “strategiche”, le sinergie debbono crearsi con chi realmente si occupa di urgenze, evitando collisioni. Le iniziative possono essere prese di concerto con ISO, occupandoci di aspetti gestionali, organizzativi e culturali. Occorre arrivare ai livelli decisionali (fino al ministero) per influenzare le decisioni politiche.

Sterzi

Propone di informare i Colleghi parlamentari delle iniziative della associazione, e fa l’ esempio di Gigli, che collabora con Alice sul problema ictus. Peraltro in questa iniziativa non c’è coinvolgimento ministeriale.

AgostaniAgostoni

Ricorda come nel campo di interesse di ANEU succedano fatti che non sappiamo e non controlliamo. Ha avuto occasione di incontrare il Ministro, chiedendo perché la legge 70 è stata scritta senza consultare le nostre società scientifiche. La risposta è stata che siamo noi a dover fare proposte strutturate, che poi verranno esaminate. Ricorda ancora come ad esempio nel problema dell’ interventistica noi non siamo stati coinvolti, in primis dai Radiologi. Serve perciò creare una nostra struttura che faccia proposte per l’ organizzazione delle cure.

Micieli

Precisa che il discorso che vogliamo fare tra Genova e Vibo va in questa direzione, e occorre produrre materiale per il ministero

Toni

Sottolinea che il lavoro dei quaderni del ministero è stato in qualche modo stravolto.

Consoli

Sostiene che ciò si è verificato nella conferenza stato-regioni. E’ perciò necessario costruire un tavolo paritetico, produrre un documento unitario e costituirci come interlocutori stabili.

Micieli

Descrive l’ esperienza in Lombardia sui DRG relativi alla urgenze neurologiche. Emerge chiaramente la valenza neurologica in questa attività, e la discrepanza in termini di iter assistenziale tra dati dei ricoveri in neurologia e altrove per le patologie di nostro interesse. Propone di presentare questi dati al Ministero.

Toni

Ricorda come tra i principali oppositori della neurologia di urgenza vi siano proprio i neurologi che non si occupano di urgenza.

Micieli

A rappresentare le istanze relative alle fasi acute deve essere ANEU, ricordando anche l’ enorme attività dei neurologi in PS. Sarebbe opportuno portare questi dati a conoscenza delle della stampa.

Sterzi

Ricorda i dati di Icone, e sottolinea il rischio di “estinzione” dei neurologi. L’ invecchiamento e la mancanza di ricambi rischia di non permetterci di fare quello che proponiamo.

Consoli

E’ possibile (anche prevedendo opposizioni, per esempio dall’ Università) riconvertire strutture esistenti per privilegiare le urgenze.

AgostaniAgostoni

Oggi la neurologia non ha unì immagine brillante, ed i decisori non sono molto interessati alla neurologia. Dobbiamo essere noi a proporre il cambiamento; propone l’ esempio dei dipartimenti interaziendali di neuroscienze, ove le urgenze siano tutte convogliate in una sede specifica., mentre un’ altra sede si occupa della cronicità. Occorre trasformare i posti “a gettone” del 118 in posti fissi, e creare personale adatto alle urgenze neurologiche.

Serrati

Nella testa dei decisori c’è il concetto di sostituibilità (ovvero una sola figura fa tutte le urgenze), solo per ridurre i costi.

Sterzi

Occorre che vi siano nuove assunzioni per la legge europea, non è stabilito che siano necessariamente neurologi.

Consoli

Il 30% delle neurologie è sotto organico. Dobbiamo elaborare una proposta articolata e complessiva, da inviare prima alle società scientifiche e poi al ministero.

Serrati

Nota come sia proprio questo il topic di Genova

Micieli

Richiama la necessità di trovare una interlocuzione positiva

Consoli

Propone di elaborare in tempi brevi (un mese?) un documento di base che appaia su mezzi informatici (blog) per portarlo poi alle varie società scientifiche, onde ottenerne l’ approvazione.

Micieli

Informa che sono stati individuati i rappresentanti regionali di Aneur, ma mancano alcune regioni (Lazio, Abruzzo, Molise); stiamo cercando finanziamenti, anche pissolipiccoli, ma dobbiamo fare iscrizioni ed iscriverci noi stessi

Cavallini

Informa che il sito è attivo, e sono state inviate le password. L’ indirizzo è www.aneu.it. Esiste un sottomenu con la voce “iscrizioni-rinnovo”. Si chiede a tutti il massimo impegno per a tutti per promuovere l’ iscrizione facendo circolare il modulo attraverso varie mailing list cui possiamo accedere.

La riunione termina alle 8 e 25.